Associazione Scuola Vela d'Altura

1 item tagged "vacanze sul mare"

  • Diario di viaggio - giro della Corsica Agosto 2014

    Abstract

    • Giro completo della Corsica in senso orario in due settimane su imbarcazione a vela di 15 metri. Attracco nei porti corsi di Bastia e di Bonifacio
    • Periodo: agosto 2014
    • Inizio/start: sabato 9/8
    • Fine/end: sabato 23/8
    • Dove/where: Liguria e Mar Ligure (Golfo del Tigullio, Parco delle Cinque Terre), Mar Tirreno settentrionale (Arcipelago toscano), Corsica e Mar di Corsica
    • Barca/boat: Sailing Yacht “Brezza IV” (Centurion 49, H. Waquiez 1994)
    • Equipaggio/Crew team: Giorgio (Skipper)
    • Passeggeri/passengers: Marco, Rodrigo, Valentina, Andrej, Katerina
    • Base: porto turistico di Lavagna/Lavagna tourist harbour
    • Giorni di navigazione/days sailing: 14
    • Attracchi a terra/ landings: 5 (Viareggio, Isola di Capraia, Bastia, Bonifacio, Girolata)
    • Carburante consumato: 150 l diesel (stima)
    • Distanza percorsa/mileage: 769 km 506 M complessive - giro della corsica
    • Tappa più lunga/più corta: 91 km 22 ago da Capraia a Baia delle Grazie ! 26 km @ 13 ago da Baia di Tamarona a Port Toga

    Quadro di riepilogo delle tappe

    • Sabato 9/8 da Lavagna a Porto Venere
    • Domenica 10/8 da Porto Venere a Viareggio
    • Lunedì 11/8 da Viareggio a Capraia
    • Martedì 12/8 da Capraia alla Baia di Tamarone (Macinaggio)
    • Mercoledì 13/8 dalla Baia di Tamaronea Bastia
    • Giovedì 14/8 da Bastia a Baia del Favone
    • Venerdì 15/8 dalla Baia del Favone a Golfo di Porto Nuovo
    • Sabato 16/8 fermi all’ancora
    • Domenica 17/8 dal Golfo di Porto Nuovo aBonifacioattraverso il passaggio Sud delle Bocche di Bonifacio
    • Lunedì 18/8 da Bonifacio a Campo Moro
    • Martedì 19/8 da Campo Moro allaBaia di Girolata
    • Mercoledì 20/8 da Baia di Girolata alla Baia di Tamarone perCap Corse
    • Giovedì 21/8 alla Baia di Tamarone aCapraia
    • Venerdì 22/8 da Capraia al Seno delle Grazie (golfo di La Spezia)
    • Sabato 23/8 dal Seno delle Grazie aLavagna

    Legenda

    • Ancoraggio libero / Free anchoring
    • Porto turistico (a pagamento/libero) / Tourist Harbour (pay toll/free)
    • Attracco al gavitello (a pagamento) / Bouy mooring (pay toll)

    Informazioni di navigazione

    Day

    Dist

    Pro

    Time

    Condizioni meteomarine

    Note navigazione

    Destinazione e caratteristiche di attracco

    9.8

    48 km

    32 M

    V/M

    10.35 - 16.20

    Inizialmente cielo molto nuvoloso, vento 20 kn, mare mosso con modo ondoso in progressivo aumento

    2 bordi di bolina ultimi 10 M

    in baia di Portovenere su fondo melmoso ottima tenuta

    44° 3'26.67"N
    9°50'36.68"E

    10.8

    32 km

    21 M

    M

    9.30 - 14.00

    Cielo sereno o poco nuvoloso, condizioni di mare tranquille

    issata randa, condizioni di vento debole

    sulla banchina al transito di fronte alla G.C. di Viareggio

    11.8

    79 km

    52M

    V/M

    6.30 - 15.25

    Mare F3, vento F4 15-26 kn

    genoa e randa ridotta, vento 20-25 kn, andatura di bolina, navigazione a vela

    porto turistico di Capraia (1)

    12.8

    32 km 21 M

    V/M

    3h

    Mare F ¾ vento al traverso 10/18 kn

    genoa+randa andatura al traverso – velocità 6-8 kn

    baia di Tamarone su fondo sabbioso, buon tenitore
    42°58'29.75"N 9°27'27.32"E

    13.8

    26 km
    17 M

    M

    3 h

    Mare F3, soleggiato, poco vento

    Navigazione a motore con randa

    Port Toga (2)

    14.8

    90 km

    59 M

    V/M

    10h

    Vento F7 alla partenza (solo zona baia Bastia), poi condizioni ottimali per la navigazione a vela, (vento da terra a traverso) intensificazione dell’intensità dopo aver doppiato la foce del Tavignano

    Navigazione con randa e genoa ridotti per 10 mg. Poi genoa e randa. Da foce del Tavignano a Favone fiocco e randa ridotti

     

    Baia del Favone – ancoraggio su fondo sabbioso ben protetto

    15.8

    35 km

    23 M

    V/M

    4h

    Vento forza 7-8, bolina larga, mare F4

    Navigazione con randa ridotta e fiocco da tempesta. Velocità 7-8 n

    Golfo di Porto Nuovo – ancoraggio su fondo sabbioso buon tenitore e ben ridossato.

    17.8

    32 km 21 M

    V/M

    8:42 - 15:30

    Mare F3-4 vento F3 per 50% bolina larga poi giardinetto

    randa+genoa

    Port du Bonifacio (vedi sez. porti)

    18.8

    49 km
    27 M

    V/M

    9 - 13:30

    Mare F3-4 soleggiato solo randa e motore primi 15 mg poi genoa e randa F3-4 bolina larga e traverso

    Randa e genoa – velocità 5-7 n bolina larga traverso

    Campo Moro, fondale sabbia-melma, buona tenuta

    19.8

    88 km

    47 M

    V/M

    7 - 14:40

    Mare F3, vento 10-15 kn, andatura al traverso

    genoa+randa

    Girolata, ormeggio al gavitello (4)

    20.8

    85 km

    56 M

    V/M

    7 - 19

    Mare forza 7-8 di poppa onde fino a 3 mt molto formate e frangenti, vento forza 7-8 fino a 35 n

    Navigazione con solo genoa, velocità 7-9 n

    Baia di Tamarone

    21.8

    32 km

    21 M

    M

    9 -13

    cielo sereno/p. nuv. con tendenza a maggior copertura per velature nel corso del pomeriggio

    randa+genoa per buona parte della navigazione (da metà Gorgona-P.Venere attenuazione mare e vento)

    Ormeggio in rada baia a sud di Capraia, in fondo sabbioso ben ridossato

    22.8

    91 km

    60 M

    V

    7:15 - 16:25

    cielo da nuvoloso a poco nuvoloso, in miglioramento nel corso della traversata. Mare con modo ondoso inizialmente F4/5, in attenuazione nel corso della navigazione

    genoa ridotto e randa
    8 N

    Baia delle Grazie, attracco in banchina solo per acquisti poi ancoraggio in baia su fondo melmoso

    23.8

    50 km

    33 M

    M

    7:30 - 12:20

    cielo coperto con pioviggini e visibilità a tratti molto limitata, mare poco mosso, venti deboli o assenti

    6 N 1/2

    Porto di Lavagna

     

     

     

     

     

     

     


     

    Scala Bauford della intensità del vento

    F

    V (km/h)

    Nome

    V

    (kn) 

    Caratteri

    V (m/s)

    0

    0 - 1

    calma

    0 - 1

    il fumo ascende verticalmente; il mare è uno specchio.

    < 0.3

    1

    1 - 5

    bava di vento

    1 - 3

    il vento devia il fumo; increspature dell'acqua.

    0.3 - 1.5

    2

    6 - 11

    brezza leggera

    4 - 6

    le foglie si muovono; onde piccole ma evidenti.

    1.6 - 3.3

    3

    12 - 19

    brezza

    7 - 10

    foglie e rametti costantemente agitati; piccole onde, creste che cominciano ad infrangersi.

    3.4 - 5.4

    4

    20 - 28

    brezza vivace

    11 - 16

    il vento solleva polvere,foglie secche,i rami sono agitati; piccole onde che diventano più lunghe.

    5.5 - 7.9

    5

    29 - 38

    brezza tesa

    17 - 21

    oscillano gli arbusti con foglie; si formano piccole onde nelle acque interne; onde moderate allungate.

    8 - 10.7

    6

    39 - 49

    vento fresco

    22 - 27

    grandi rami agitati, sibili tra i fili telegrafici; si formano marosi con creste di schiuma bianca, e spruzzi.

    10.8 - 13.8

    7

    50 - 61

    vento forte

    28 - 33

    interi alberi agitati, difficoltà a camminare contro vento; il mare è grosso, la schiuma comincia ad essere sfilacciata in scie.

    13.9 - 17.1

    8

    62 - 74

    burrasca moderata

    34 - 40

    rami spezzati, camminare contro vento è impossibile; marosi di altezza media e più allungati, dalle creste si distaccano turbini di spruzzi.

    17.2 - 20.7

    9

    75 - 88

    burrasca forte

    41 - 47

    camini e tegole asportati; grosse ondate, spesse scie di schiuma e spruzzi, sollevate dal vento, riducono la visibilità.

    20.8 - 24.4

    10

    89 - 102

    tempesta

    48 - 55

    rara in terraferma, alberi sradicati, gravi danni alle abitazioni; enormi ondate con lunghe creste a pennacchio.

    24.5 - 28.4

    11

    103 - 117

    fortunale

    56 - 63

    raro, gravissime devastazioni; onde enormi ed alte, che possono nascondere navi di media stazza; ridotta visibilità.

    28.5 - 32.6

    12

    oltre 118

    uragano

    64 +

    distruzione di edifici, manufatti, ecc.; in mare la schiuma e gli spruzzi riducono assai la visibilità.

    32.7 +

     

     


    Navigazione GPS (Tracks, Waypoints, Routes)

    Link per scarica il file dei waypoint in formato KMZ / link to download the waypoints file in KMZ format https://groups.google.com/a/googleproductforums.com/group/gec-member-centric-locations/attach/fd8e9263a0ff229/ada27db3-7cbd-43b1-abc3-2b1ee897deb5.kmz?part=0.1&authuser=0

    Porti e marina

      porto Capraia

    Marina di Capraia

    Posizione 43° 3'2.88"N 9°50'16.42"E
    Gestione Soprotour SpA 
    Tel cell 338.3744102
    VHF CH 69
    Servizi: acqua*, elettricità, WiFi gratuito, carburante, servizi igienici (a pagamento)

    (*) disponibile ad orario limitato, dopo le 17:30
    Web http://www.portodicapraia.it

      porto Bastia

    Port Toga, Bastia

    Posizione 42°42'33.53"N 9°27'20.84"E

    VHF CH 6, 11,12
    Tel 33 (0)4 95 34 90 70
    E-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
    Servizi: acqua, elettricità, carburante, servizi igienici (a pagamento)
    Web http://www.bastia-tourisme.com

      porto Bonifacio

    Port du Bonifacio

    Posizione 41°23'18.39"N 9° 9'46.19"E

    VHF CH 9

    Servizi: acqua, elettricità, carburante, servizi igienici (a pagamento)

    Web http://www.port-bonifacio.fr/

      porto Girolata

    Port Abri de Girolata

    Posizione 42°20'52.97"N 8°36'54.12"E

    VHF CH 9
    Tel +33 (0)4 95500252
    Web http://www.port-girolata.com

     


    Peculiarità, attrazioni naturali e turistiche

    Isola di Capraia e il Parco dell’Arcipelago Toscano

    Stemma CapraiaL’Isola di Capraia è inserita all’interno del Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano, un’area protetta che comprende circa diciottomila ettari di terre emerse e sessantamila ettari di area marina. La scelta di istituire un parco marino e terrestre in quest’area è facile da comprendere: la limpidezza e la purezza delle acque per niente inquinate, la diversità dei fondali e delle coste di ciascuna isola e l’affiorare di terra in punti in cui la batimetria circostante è piuttosto elevata ne fanno un area biologicamente perfetta per una fauna marina stanziale e di migrazione. Capraia inoltre possiede l’unico invaso naturale di acqua dolce di tutto l'arcipelago, ed essendo inserita in uno dei più noti corridoi migratori faunistici tra l’Africa e l’Europa, è un punto obbligato di sosta e di riproduzione di grandi quantità di specie volatili. Capraia possiede anche una notevole quantità di endemismi, sia vegetali che animali. Posta in pieno centro del "santuario dei cetacei", non difficile è l’incontro con branchi di delfini e balenottere. L’Isola è, in definitiva, un piccolo paradiso naturale a poca distanza dalle nostre città, una inaspettata oasi di natura selvaggia ed affascinante che merita assolutamente di essere visitata.

    Siti webhttp://www.isoladicapraia.ithttp://www.islepark.it/

    Bocche di Bonifacio

    Le bocche di Bonifacio sono uno stretto di mare che separa la Sardegna dalla Corsica che distano nel punto più breve circa 11 km. Il nome deriva da Bonifacio in Corsica, un comune dedicato alla fortezza che fu di proprietà dell'appunto marchese Bonifacio II di Toscana, un nobile margravio d'origine bavarese dell'VIII secolo che fu prefetto della Corsica. Lo stretto è collegato tramite traghetto a Santa Teresa Gallura, all'altro estremo, in Sardegna e mette in comunicazione il mar di Sardegna, a ovest, con il mar Tirreno, a est, con una larghezza di circa 15-20 km e una profondità massima di 100 m.

    Capo Pertusato

    Il capo Pertusato è il punto più a sud della Corsica. Si trova a 5 km a sud-est di Bonifacio. Sul capo è presente il faro di Capo Pertusato, attivato nel 1844 alto 116 metri la cui luce è visibile da 46 km. Presso il faro è ubicata la stazione meteorologica di Capo Pertusato, di tipo automatico, contrassegnata dal codice WMO 07770: per chi ha la radio VHF è possibile chiamare sul canale 10 (16 se non disponibile) la stazione meteorologica di Capo Pertusato che fornisce informazioni meteomarine e sulle condizioni di navigabilità.

    Città di Bonifacio

    Stemma Bonifacio Bonifacio (in còrso Bunifaziu, in francese /bonifacjˈo/) è un comune francese di circa 2.900 abitanti, situato nella parte sud della Corsica (Francia), sullo stretto delle Bocche di Bonifacio che la separa dalla Sardegna. Appartiene al dipartimento della Corsica del Sud ed è il comune più meridionale della Francia metropolitana, esclusi quindi i dipartimenti d'oltremare. Il paese è costruito attorno ad una profonda insenatura simile ad un piccolo fiordo circondato da pareti in calcare bianco, all'interno delle quali sono anche state scavate nel tempo vani di vecchie case e magazzini. All'interno del fiordo si trova il porto, principalmente turistico, dal quale salpano anche i traghetti che collegano regolarmente la città alla vicina Sardegna con Santa Teresa di Gallura (OT) da cui dista 12 km che vengono percorsi in un'ora di traghetto.

    Scalinata del Re d’Aragona Escalier du Roi d'Aragon

    Tagliato direttamente dall'uomo nella roccia calcarea bonifacina, questa scalinata è composta da 189 scalini, che hanno circa un'inclinazione di circa 45°. Secondo la leggenda, venne costruita in una sole notte dalle truppe del re d'Aragona Alfonso V il magnanimo quando tentarono di occupare Bonifacio nel 1420 per garantirsi l'approvvigionamento d'acqua. Molto più probabile invece, che sia stata costruita dai monaci francescani, sempre per la stessa motivazione.

    http://www.bonifacio-mairie.fr/

    Isole della Riserva Naturale delle Bocche di Bonifacio

    Les Moines/L'Isola dei Monaci

    L'Isola dei Monaci (in francese Îlots des Moines, in corso Isuli di i Monachi) sono delle isole disabitate parte del comune di Monacia d'Aullena e della Riserva naturale delle Bocche di Bonifacio, situate 3.5 km a sud-ovest del capo di Roccapina. Le isole sono segnalate da un fanale situato all'estremità sud-ovest della scogliera, a 4 km dalla costa. Questo fanale è costituito da una torre circolare alta 24 metri e, all’imbrunire, si accende automaticamente per segnalare con una luce rossa, visibile a 11 miglia di distanza, due pericoli alla navigazione. La zona, infatti, è particolarmente temuta: il primo pericolo è una secca che da un fondale di 40 metri sale fin quasi in superficie ed è distante due miglia in direzione nord-est, verso il largo. Il secondo pericolo è la secca delle Bisce, a nord est dell’omonima isola. Il significato del fanale dell’isolotto dei Monaci è: passate più al largo oppure tenete il settore bianco di via libera,sulla fiancata di dritta!

    Lavezzi e Cavallo

    lavezzi e cavallo L’isola di Lavezzi, patrimonio dell’umanità dell’Unesco, e quella di Cavallo, entrambe in territorio corso, offrono una varietà infinita di sculture naturali di granito, lavorate dall’azione erosiva delle onde e del vento delle Bocche di Bonifacio. Lavezzi, è una riserva naturale nonché isola principale dell’arcipelago omonimo, situata subito a sud dell'Isola di Cavallo, nel Sud Est della Corsica. È un dedalo di massi di granito dal colore molto chiaro che offre infinite e minuscole baie.

    L'isola di Cavallo, subito a Nord di Lavezzi, è collegata a questa da un tratto di mare splendido e incontaminato. Un paradiso naturale, interamente privato, che risulta essere una delle mete più esclusive del Mediterraneo.

    Le spiagge bianche, nascoste tra le rocce, si affacciano su un mare dove gli appassionati di diving e snorkeling possono facilmente incontrare esemplari di cernia bruna, pesce spada, delfino e spigole.

    http://www.bocchedibonifacio.org/
    http://www.lamaddalenapark.it/ente-parco/partner/riserva-naturale-delle-bocche-di-bonifacio

    Arcipelago delle Isole Sanguinarie

    L'arcipelago delle isole Sanguinarie, facente parte del comune di Ajaccio, è composto da quattro isole di porfidorosso scuro. Sulla vetta dell'isola maggiore è ubicato il faro delle isole Sanguinarie. La punta de La Parata, situato all'interno dell'arcipelago, è stata nominata Grand site de France.

    Golfo di Girolata

    Golfo di Girolata Il Golfo di Girolata è un angolo assolutamente meraviglioso, a due passi dalla Riserva naturale di Scandola che si può ammirare da vicino senza ricorrere alle imbarcazioni: infatti si può intraprendere un sentiero che porta molto vicino alla riserva. Purtroppo la baia di Girolata risulta essere molto affollata nei mesi estivi, a causa delle imbarcazioni che scaricano orde di turisti e che affollano la conca marina rovinando molto l’atmosfera paradisiaca di questo angolo meraviglioso.

    http://www.corsicafrancia.it/girolata/
    http://www.corsicafrancia.it/riserva-naturale-scandola/

    Isola della Giraglia

    faro della Giraglia E' un’isolotto disabitato situato all'estremità settentrionale del Capo Corso, a circa un miglio di distanza dall'abitato di Barcaggio nel comune di Ersa. Sul punto più alto (la quota più elevata è di 66 m s.l.m) è posto un faro, l’unica costruzione dell’isola.
    Centro della pesca al corallo, tuttora ha un ecosistema raro protetto dall'associazione Natura 2000. L'isolotto era vicino ai flussi di commercio dell'Impero Romano, come testimoniano le ricerche svolte nel 1988 tra la Corsica e Giraglia da Michel Oliva e le successive ricerche archeologiche tra il 1994 e il 1999.
    La Giraglia Rolex Cup è una gara organizzata dalloYacht Club Italiano in collaborazione con il Yacht Club de France. Nata nel 1953, è il più vecchio trofeo di barca a vela italiano mai interrotto dalla sua nascita. Per molti anni fu l'unica regata nel mar Mediterraneo.

    Scheda tecnica del faro della Giraglia

    Codice attuale: GL Frequenza: 305,0 kHz Potenza: 150 W (lampada alogena metallica) Portata: 26 miglia marine (48,152 km)


     

    Cronistoria fotografica

    Lavagna La sera di venerdì ceniamo dopo le 21.30 presso la pizzeria d’asporto “A modo mio” del centro di Lavagna. Le via già strette e anguste sono gremite da una folla di gente mai vista, siamo nel periodo clou estivo e sono presenti chioschi con prodotti tipici artigianli della regione e rievocazioni storiche della vita di una volta. Dopo aver consumato delle ottime pizze prima di tornare nel porto ci soffermiamo a bere qualcosa presso la piazza antistante il municipio di Lavagna.
    La navigazione da Lavagna a Portovenere è stata piacevole e tranquilla a motore sino a Deiva poi

    abbiamo issato il genoa e siamo arrivati di bolina sino all'arrivo. Abbiamo pranzato in navigazione e quando siamo arrivati in baia ci siamo fatti un bel bagno rinfrescate.

    Viareggio tramonto A Viareggio, tramonto nel porto.

    Arriviamo a Viareggio nel giorno di domenica nelle prime ore del pomeriggio, fa molto caldo, il termometro segna qualcosa sopra i 30°C. Dopo l’ormeggio presso la usuale banchina al transito davanti alla Guardia Costiera (http://www.guardiacostiera.it/capitanerieonline/index.cfm?id=49)

    2- All'arrivo si monta il tendalino, dopo una doccia in banchina, e pranziamo in pozzetto.

    Al pomeriggio si va sulla spiaggia e ci facciamo un bel bagno. Prima di cena una doccia al circolo della vela. Si mangia in pozzetto, pasta asciutta, bistecche con insalata e frutta. Dopo cena si va in città per la solita passeggiata tra i turisti e negozi e ci gustiamo un ottimo gelato. Poi tutti a nanna per essere pronti per la lunga navigazione del giorno dopo.

    mattino 3- Sveglia alle 6,30, colazione abbondante e partenza per Capraia. La giornata è bella con vento e poco mare. La navigazione, tutta a vela, è fantastica e molto rilassante nonostante la lunga distanza.

    I colori nitidi del cielo e la limpidezza del mare ci accompagnano con il fruscio del vento e lo sciabordio della barca. All'arrivo si ormeggia in porto in banchina. Capraia è sempre stupenda e ci offre un panorama unico. A sera dopo la cena in pozzetto, una bella passeggiata ed un buon gelato prima del sonno ristoratore.

    4- Alle 8 sveglia, colazione, un po di spesa e via per la Corsica. Il vento è al traverso ed il tempo è bello. Il mare non è molto mosso. La traversata è entusiasmante. La barca viaggia anche ad 8 nodi e si arriva per l'ora di pranzo. Prima un bel bagno nella favolosa baia con acqua da piscina poi il pranzo in pozzetto. Al pomeriggio ci aspettano, un bel bagno, tanto relax e la pesca delle occhiate.

    La giornata trascorre in modo stupendo in un panorama da sogno e le occhiate catturate allietano la nostra stupenda cena di pesce. La notte all'ancora con un cielo stellato è un piacere unico.

    Bastia porto Bastia faro 5- Si parte per Bastia, mare piatto e senza vento. Si va a motore sino al porto di Port Toga. Bagno in spiaggia, doccia e poi cena a U Scaletta.

    Stupenda cena a base di buiabes favolosa con crostini aglio e vari intingoli, poi una orata pescata, formaggi locali e dolce con grappa locale. Dopo, passeggiata nel porto vecchio e lungo il mare con personaggi locali che si esibiscono lungo la passeggiata. Siamo tutti rilassati e pronti per domani che è previsto vento forte.

    6- Sveglia alle 6,30, colazione, poi si prepara la barca per il vento forte con fiocco e due mani di terzaroli. Alle 7 si esce. Il vento al traverso è F7\8 con raffiche sino a 40 nodi. Dopo 10 mg cala a 10 nodi e si alza tutta la randa ed il genoa. Il tempo è bello e il sole ci scalda.

    spiaggia

    Davanti a Solenzara il vento torna a rinforzare F7\8 sino all'arrivo alle ore 18. Si da fondo in baia del Favone protetta su fondo sabbioso buon tenitore. Ci aspetta un bel bagno, pesca occhiate e poi la cena in pozzetto. La notte è stellata e calma.

    7- La barca è già pronta con fiocco e due mani di terzaroli. Il vento si prevede F7\8 al traverso e poi bolina larga e così è. La navigazione si svolge con tempo bello ed è piacevolissima. La barca procede a 7\8 nodi con pochi spruzzi. Arriviamo in baia a Porto Nuovo alle 13. Si da fondo sulla sabbia e ci si prepara al bagno. Non abbiamo montato il tendalino a causa del vento forte rafficoso.

    Baia di Porto Nuovo La baia però è ben protetta, poi si mangia in pozzetto. Al pomeriggio mettiamo in acqua il gommone. Si va a terra sulla bellissima spiaggia e si fa il bagno. Il comandante pesca le occhiate dalla barca per l'ottima cena e poi si mangia. Il vento è calato un po.

    Baia di Porto Nuovo da terra 8- A causa del vento forte si resta in baia all'ancora. La giornata passa con bagni, pesca e passeggiate a terra. Il tempo è bello e la giornata di relax piacevolissima.

    9- Alle 9 si parte per Bonifacio. Il vento è F3\4 ed il mare è poco mosso, andiamo a vela con genoa e randa a 5\6 nodi. Il paesaggio tra le bocche è stupendo. Passiamo a fianco di Cavalò e doppiamo il faro di Lavezzi per dirigersi su Bonifacio. Le bianche scogliere ed il paese arroccato ci accolgono.

    Bonifacio falesia Bonifacio faraglioni Alle 13 entriamo nel fiordo di Bonifacio per arrivare in porto. Numerose barche sono in uscita ed i barconi che portano i turisti creano parecchie onde che ci fanno ballare.

    Gli ormeggiatori ci danno subito un posto in banchina davanti al paese. Ormeggiamo e colleghiamo la corrente e l'acqua, si mette anche il tendalino perché il sole picchia parecchio. Poi si mangia in pozzetto. Al pomeriggio visita ai faraglioni con bagno nel parco strapieno di bellissimi pesci che si fanno accarezzare. La sera cena in pozzetto a pochi passi dalla movida molto animata e poi visita al paese arroccato pieno di gente, negozi, ristorantini. Al ritorno passeggiata lungo il molo ad osservare i magayacht ormeggiati e buona notte.

    Girolata baia

    10- Pagato il porto e fatta un po di spesa, al mattino alle 9 si parte per la baia di Campomoro. Le prime 10 miglia le facciamo a motore e randa per il poco vento. A circa 300 mt al traverso avvistiamo un capodoglio di circa 15 mt. L'equipaggio chiede di avvicinarsi, ma a motore è impossibile. Infatti un'altra imbarcazione dirige su di lui, ma quando si avvicina troppo si immerge alzando al cielo l'enorme coda. Poi girato il faro il vento rinforza a F4 al traverso e con randa e genoa si viaggia a 7\8 nodi sino alla baia. Si ormeggia all'ancora in una baia favolosa dove ci sono già una ventina di barche. Un bel bagno in acqua blu trasparente e poi il pranzo in pozzetto con tendalino. Al pomeriggio bagni, visita a terra al paesino ed alla torre saracena, poi pesca alle occhiate con il gommone. La sera in baia ci sono circa 50 imbarcazioni quasi tutte vela e tutti si godono la stupenda serata stellata che con le luci della terra sembra di stare in un presepio.

    Girolata ormeggio 11- Al mattino alle 8, dopo la colazione si parte per Girolata. Il vento è debole al traverso e si procede con genoa e randa con un po di motore. Attraversiamo il golfo di Ajaccio e passiamo a lato delle isole Sanguinarie che sono molto belle.

    Dopo il vento comincia a rinforzare al traverso e si procede solo a vela. A circa 20 mg dall'arrivo il vento rinforza a F4\5 e si cammina a 7\8 nodi sino all'ormeggio nella favolosa baia di Girolata dove ci attende l'ormeggiatore per darci la boa d'ormeggio ore 16. Si monta il tendalino si fa il bagno e lo skipper pesca le occhiate, una decina tutte grosse con gran invidia dei vicini.

    navigazione serale Verso sera si scende a terra per pagare l'ormeggio e fare una passeggiata tra le poche case e ristoranti. Dall'alto il paesaggio è maestoso ed il sole crea un mare d'argento. Al bar ci aspetta un aperitivo locale. La sera cena con pasta asciutta, occhiate e patate al forno. La notte stellata accompagni i nostri sogni.

    12- La previsione meteo è per un forza 7\8 della durata di alcuni giorni da SW con mare molto grosso. Lo skipper decide di saltare Calvi, dove è impossibile trovare posto ed andare direttamente a Capo Corso. Si parte alle 8 con solo genoa perché il vento è forte e di poppa.

    Gargalo navigazione Gargalo Si passa davanti al Gargalo con onde di 2 mt e si fa un piccolo tour nel parco di Revellata con rocce rosse e nere a picco ed una mare blu intenso con riflessi violacei delle rocce. La navigazione è un po impegnativa solo per il timoniere poiché il mare continua a salire sino ad onde frangenti di 3 mt. Di poppa.

    Il sole il vento 30\35 nodi ed il mare bianco ci accompagnano sino alla Giraglia. Ancora 5 mg. E siamo in baia ridossati e con buon ancoraggio. Solito bagno poi cena in dinette a causa del vento.

    13-Al mattino il vento è da SW F4\5 il mare è poco mosso. Ci dirigiamo su Capraia a vela a 6\7 nodi. Poi il vento gira a NW ed aumentiamo la velocità.

    Arrivati in Capraia passiamo vicinissimi alla baia Rossa ed ormeggiamo nella baia successiva ancorandoci in fondo sabbioso e buon tenitore.

    Luna Solito bagno, poi altra pesca di occhiate per cena. La notte è tranquilla e piena di stelle.

    14- Al mattino sveglia alle 6 e 30 , colazione poi partenza per Portovenere. Il vento al traverso è F4\5 ed il mare è conseguente previsto tutto in calo durante il pomeriggio. La navigazione è tutta a vela ed è molto rilassante. Si mangia in pozzetto in navigazione. Alle 16 arrivo in banchina alle Grazie dove si va a fare spesa, poi in rada davanti al porto poiché davanti a Portovenere c'è un po’ di risacca.

    Sera in barca 15- E' l'ultima tappa per Lavagna ed il tempo è piovigginoso a tratti. Non c'è vento e la navigazione si svolge a motore sino a Lavagna. Passiamo davanti ai paesini delle cinque terre e doppiamo Capo Mele. Un bel tonnetto abbocca alla traina e poi si arriva in porto alle 13. L'ultimo pasto e poi ci si prepara al rientro a casa. Purtroppo è durata poco ed è già finita. Si potrebbe ripartire, nonostante il tempo un po inclemente è andato tutto alla perfezione. L'equipaggio che si saluta con baci ed abbracci ha vissuto una esperienza unica in mare in mezzo alla natura.

EasyTagCloud v2.8

Fair

-1°C

Lavagna

Fair

Humidity: 76%

Wind: 4.83 km/h

  • 24 Mar 2016

    Mostly Clear 7°C -2°C

  • 25 Mar 2016

    Mostly Cloudy 9°C 2°C

Bollettino del mare - Lavagna

Bollettino del mare - Bastia